Longlasting stick eyeshadow di Kiko per un makeup occhi in 5 minuti

image
Sono famosissimi, esistono in tante colorazioni e tutte li hanno provati. Tutte tranne me, fino a quando (qualche mese fa) ho deciso di acquistarne qualcuno approfittando di una promozione. Adorando gli ombretti cremosi ero davvero curiosa di provarli, anche perché uso spesso come base un prodotto del genere per esaltare di più il colore dell’ombretto applicato sopra. Il prodotto è contenuto in uno stick nero con all’estremità una parte colorata che richiama la tonalità dell’ombretto al suo interno. Io ho scelto il numero 21, un albicocca molto luminoso con una perlescenza oro, ed il numero 38 un tortora scaldato da moltissimi glitter oro che sono molto evidenti sulla palpebra.

Prezzo: 6,90 euro ma delle volte sono in offerta.

Dove acquistarlo: Nei negozi fisici Kiko oppure sul sito kikocosmetics.it.

Recensione d’uso: Essendo definiti ombretti dalla tenuta estrema, iniziai ad utilizzarli come basi , ma anche come ombretti unici per creare makeup veloci e poco impegnativi. Li applico sopra la palpebra e poi sfumo con le dita, dopodiché tampono sopra un ombretto in polvere. Per esempio il 21 sta benissimo con Lazy days di Nabla, mentre il 38 lo abbino un po’ a tutti i marroni medi. Mentre il color albicocca si presta meglio ad essere applicato sulla palpebra, il tortora posso utilizzarlo anche nella palpebra inferiore o come eyeliner sfumato. Basta prendere un pennello piatto e abbastanza fine e sfumare leggermente e abbastanza in fretta visto che si fissano in fretta.

image
Risultati ed opinioni: Per quanto riguarda i colori sono molto soddisfatta dal color albicocca che nel negozio non sembrava così bello, mentre sono rimasta delusa dall’altro che invece sembrava stupendo. Il problema sono i glitter molto spessi ed evidenti che nel color tortora, una volta sfumato, sovrastano addirittura il colore stesso. Soprattutto se giustamente cerco di sfumare i bordi, per portare il colore nella piega , insieme ad esso ci saranno anche gli odiosissimi brillantini che in quella zona a me non piacciono per nulla (li tollero solo se piccoli). A parte il problema di colorazione, che ovviamente dipende dai gusti, la resa di entrambi i colori è ottima. Su di me non vanno nelle pieghe, non si accumulano creando palline di prodotto e non creano l’effetto carta crespa sulla palpebra. Bisogna però dosarli bene e sfumarli in fretta per evitare che si fissino e rimangano a macchie. Come si vede in foto, si tratta comunque di colori chiari e non molto intensi e quindi facili da dosare e da sfumare. Una volta asciutti restano immobili, non perdono intensità e se applicati come eyeliner non stampano sulla palpebra fissa. All’interno dell’occhio non consiglio quelli glitterati, ma quelli opachi o perlati. Infine, anche essendo waterproof, si struccano bene con l’acqua micellare senza bisogno di sfregare troppo.

Pro: Durata (su palpebra non molto oleosa), gamma di colori, applicazione facilitata.

Contro: Non gradisco i glitter nella colorazione 38.

Li consiglio? La mia esperienza è assolutamente positiva, infatti vorrei ampliare la mia collezione magari acquistando alcuni colori opachi che mi sembravano più cremosi. Sperando ovviamente nella stessa tenuta.

Mi sapreste dire quali sono i colori più validi? Ho letto di molte ragazze a cui fanno le pieghe. Aspetto i vostri commenti, un bacio bellezze.

Alla prossima beauty recensione!

PS. Seguimi su Bloglovin. <3