#7sins7blogger – Ira

Sette il numero sacro, spirituale, perfetto.
Sette il numero ciclico, intuitivo, talentuoso.
Sette il numero dei giorni della creazione divina.
Sette il numero dei chackra del nostro corpo umano.
Sette il numero dei pianeti dell’antico sistema solare.
Sette Muse, sette giorni in una settimana,
sette meraviglie.
Sette note sul pentagramma, sette mari sulla terra,
sette costellazioni.
E poi sette i peccati capitali. Vizi mortali.
Per sette settimane sette blogger e sette per sette per sette make up.Makeup vizi capitali

In collaborazione con: Brutti perfetti Speciali, TheElenuccia, Sinfonie d’una giovane stella – DrunkenStar, Shee Grace, Glittering BeautyCase, Makeup secrets for young girls.

IRA
Quei fu al mondo persona orgogliosa;
bontà non è che sua memoria fregi:
così s’è l’ombra sua qui furiosa.
Inferno, VIIIMakeup Ira 3

Altro appuntamento della rubrica che curo assieme ad altre sei blogger. Questa volta il tema principale è l’ira, quello stato psichico che induce l’essere umano a compiere atti che di solito non sono nella sua natura. Spesso con rabbia, violenza e voglia di vendicarsi su qualcosa o qualcuno. I freni inibitori si rompono e l’individuo è colto da un’ondata di stati d’animo ed impulsi che difficilmente vengono calmati se non dopo l’atto compiuto.
Subito dopo abbiamo pentimento, vergogna? non lo sappiamo, ma una cosa è sicura, non è davvero piacevole trovarsi oggetto di un attacco d’ira e rabbia. Meglio starne alla larga!Makeup Ira 1

Ho realizzato un makeup abbastanza astratto e a prima vista privo di senso e dettato appunto dalla creatività. Ma c’è un motivo per cui ho usato questi colori e queste forme. Prima di tutto ho pensato all’ira come una sorta di mostriciattolo o virus, che si insidia all’interno delle persone e al momento giusto esplode. Se notate quelle ondine rappresentano una sorta di tentacoli che appartengono proprio a quella creatura che si nasconde all’interno di un individuo, ed in questo momento sta cercando di uscire e manifestarsi appunto attraverso un attacco d’ira e di violenza. Il rosso tutto intorno sta a rappresentare la diffusione dell’ira, come se fosse un virus che pian pian va ad infettare tutta la parte circostante e va sempre di più ad espandersi. Il rosso mi sembrava il colore che rende di più l’idea della pelle infetta, ma poiché quello che possedevo era abbastanza acceso, ho prelevato con il pennello sia un marrone scuro che un nero entrambi opachi.

Mi sembrava azzeccata l’idea di interpretare l’ira in questo modo, soprattutto perché ovviamente l’ira oltre che con gesti violenti viene individuata anche attraverso gli occhi e lo sguardo. Molto spesso possiamo intuire quando una persona è fuori di se e rabbiosa, anche solo guardandola negli occhi. Da qui l’idea del mostricciattolo che prima cerca di uscire dall’occhio e poi va ad espandersi in tutto il corpo.

Cosa ho utilizzato?Makeup Ira 2

Base per ombretto:

– Stay don’t stray di Benefit su tutta la palpebra mobile e fissa.
Paint pot di Mac
nella colorazione Soft ochre, su tutta la palpebra mobile e fissa per uniformarne il colore.

Ombretti:

Bianco avorio opaco di Nabla cosmetics (Antique white) per fissare la base.
Nero opaco dalla palete Nude tude di The balm (Serious) per creare la forma del trucco e riempirla. con questo ombretto ho modificato anche leggermente le sopracciglia e le ho scurite ulteriormente.
Mix di rosso, marrone e nero opaco dalla palette 88 colori matt di Zoeva, per sfumare tutto intorno all’occhio.

Eyeliner e matite:

Matitone nero My best kajal Layla cosmetics per marcare la rima interna.
Eyeliner nero liquido di Essence (fuori produzione) per mascherare l’attaccatura delle ciglia finte.

Colla e ciglia finte:

Colla Frame 4 Fame di Essence.
Ciglia finte cinesi.

Mascara: 

They’re Real! di Benefit.

Spero vi piaccia la mia interpretazione, lasciatemi un commento e soprattutto non dimenticatevi di passare dalle mie colleghe blogger. Un bacio bellezze.

Al prossimo makeup look!

PS. Seguimi su Bloglovin. <3

Segui la bacheca #7sins7bloggers di sinfonie d’una giovane stella su Pinterest.